Arcidiocesi

  • on 13 Aprile 2019

GESU’ CRISTO SEMPRE GIOVANE

“Gesù è giovane tra i giovani per essere l’esempio dei giovani e consacrarli al Signore”. È stato questo il messaggio che i tanti ragazzi, che si sono ritrovati al consueto appuntamento della GMG diocesana lo scorso sabato 13 aprile, hanno ricevuto e portato con sé al fine di diffonderlo nelle loro parrocchie. Nella vigilia delle Palme il Vescovo Mons. Salvatore Ligorio ha incontrato tutti i giovani della diocesi per un intenso momento di preghiera e per la tradizionale consegna della palma ad un giovane di ogni parrocchia. A partire dal tema della parola che orienta la vocazione di Maria, la riflessione si è articolata intorno a tre termini: scelta, libertà, legame. Termini percepiti e vissuti in vario modo dai giovani dei nostri giorni, i quali sono stati chiamati a rispondere, in questo momento di profonda riflessione, ad una serie di domande del tipo: quali sono state le scelte importanti della tua vita? Chi orienta le tue scelte? Quando ti senti libero? Sei capace di creare legami? Interrogativi per niente banali, soprattutto per degli adolescenti e giovani ai loro primi passi nel mondo, alle loro prime scelte. Scegliere non è semplice, più c’è vasta possibilità di scelta e più non si sceglie nulla. È per questo che occorre una bussola fissa, che in ogni momento sappia orientarci e questa bussola non può che essere Gesù e il suo esempio di vita. “Gesù giovane tra i giovani ed esempio dei giovani”. Una frase, quest’ultima, estrapolata dalla lettera postsinodale del papa ai giovani, intitolata Christus Vivit. Lettera che il Vescovo ha fortemente voluto consegnare con le sue mani ad ogni giovane presente, ricordando a ciascuno di esso che in questo momento particolare della loro vita, fatto di alti e bassi, non sono soli e non devono temere. “Non temere”, le stesse parole che l’angelo disse a Maria, perché in fondo la vocazione di Maria deve essere la nostra stessa vocazione: chiamati tutti ad essere madri di Gesù, a renderlo vivo, presente, importante in queste strade, in queste case, nelle nostre relazioni. E a maggior ragione è la vocazione di noi giovani. “La giovinezza è un tempo benedetto per il giovane e una benedizione per la chiesa e per il mondo.” Non poteva esserci messaggio più adeguato di questo per una GMG, svoltasi nel pieno spirito della condivisione, dello scambio e dell’allegria.

Maria Cappa da Brienza

 

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!