Arcidiocesi

  • on 10 Agosto 2017

FESTA REGIONALE DELLA MADONNA DI VIGGIANO

In Pellegrinaggio con Maria

Fervono i preparativi a Viggiano per la tradizionale festa dedicata alla Vergine in programma dal 3 al 5 settembre 2017. Come sempre, il bacino d’utenza della manifestazione abbraccerà non solo l’intera comunità regionale lucana, ma anche le popolazioni delle regioni limitrofe, specie di quelle provenienti dalle province di Salerno, Cosenza, Taranto e Lecce. Anche per quest’anno si prevede la partecipazione di oltre cinquantamila pellegrini. Gli obiettivi dell’evento sono sia di carattere religioso che socio-culturale: nella Madonna del Sacro Monte di Viggiano, infatti, la popolazione lucana vede da sempre uno dei segni più eloquenti non solo della sua tradizione religiosa, ma anche della sua storia civile e della sua identità culturale più vera e profonda. L’evento si propone appunto di rinsaldare, di anno in anno, questo legame vitale della comunità regionale con le sue radici storico-culturali. La presenza, poi, di decine di miglia di pellegrini e turisti provenienti da ogni parte del Sud Italia contribuirà ancora una volta a fare della manifestazione una sorta di “vetrina” privilegiata della Basilicata e della sua cultura, specie in vista di “Matera 2019”. Il palinsesto dell’evento prevede anche quest’anno un continuo intrecciarsi di celebrazioni sacre e di manifestazioni civili. Sul versante squisitamente religioso, il cuore dell’evento sarà la celebrazione liturgica di Domenica 3 Settembre, alla quale si prevede, come sempre, la partecipazione non solo dell’intero Episcopato lucano, ma anche di tutte le Autorità Regionali e Provinciali sia di Potenza che di Matera, come anche dei Parlamentari lucani e di una folta rappresentanza dei Sindaci della Regione. Sul versante civile, invece, sono in programma la Fiera dei Prodotti tipici della Basilicata, rassegne folkloristiche lucane, eventi musicali e, a conclusione dei festeggiamenti, ed i consueti grandi concerti di musica leggera di Lunedì 4 e Martedì 5 Settembre, che quest’anno prevedono la partecipazione dei Nomadi, gruppo storico della canzone italiana, e di Arisa, “eccellenza canora” della nostra Regione.

Notizie storiche

Da secoli il Santuario di Viggiano, situato nella Provincia e nell’Arcidiocesi di Potenza, ed elevato alla dignità di Basilica Pontificia dal Venerabile Papa Paolo VI in data 10 Dicembre 1965 e di Santuario Regionale della Basilicata dalla Conferenza Episcopale della Basilicata in data 8 Dicembre 2001, costituisce il centro mariano più importante e frequentato della Regione, a motivo del culto che in esso viene tributato alla Madonna del Sacro Monte di Viggiano, proclamata dallo stesso Papa Paolo VI Regina e Patrona della Lucania (Bolla Lucanae genti del 10 Dicembre 1965). Si calcola che il numero dei pellegrini che ogni anno lo visitano superi le centomila presenze, specie nei mesi estivi, quando la preziosa scultura lignea raffigurante la Madonna ed il Bambino Gesù viene ricondotta sulla vetta del Sacro Monte, a 1725 metri di altitudine, dove, secondo la tradizione, sarebbe stata miracolosamente rinvenuta tra fine del primo millennio e l’inizio del secondo, in uno dei luoghi di interesse paesaggistico e culturale di maggiore rilievo dell’intera Regione. Quanto alla provenienza dei pellegrini, il “raggio di attrazione” del Santuario si estende fino ad abbracciare gli antichi confini della Lucania, il che lo rende una preziosa testimonianza storica dell’identità e della cultura della “gente lucana”, non immediatamente riconducibile, ancora oggi, entro i confini dell’attuale regione amministrativa. Accanto ai pellegrini lucani, provenienti da ogni angolo della Regione, sempre più numerosi sono ormai (grazie anche alla facilità dei mezzi di locomozione) i pellegrini campani (specie della Provincia di Salerno), calabresi (specie dell’alto cosentino) e pugliesi, attratti, oltre che dallo spessore religioso degli eventi che caratterizzano la vita del Santuario, anche dall’interesse culturale e storico-antropologico che essi rivestono. Senza dire della devozione dei lucani emigrati all’Estero. Non a caso, esistono chiese dedicate alla Madonna di Viggiano in Australia, in Brasile, in Argentina, in Svizzera e persino nella Repubblica Democratica del Congo, dove il Santuario sostiene da anni un ambizioso progetto missionario di evangelizzazione e di promozione umana, specie nell’ambito della scolarizzazione. Nel calendario degli eventi che, anno dopo anno, scandiscono la vita del Santuario, un posto di tutto riguardo occupa la Festa della prima Domenica di Settembre, che da secoli saluta il rientro della venerata immagine della Madonna in paese, a conclusione della sosta estiva al Sacro Monte. E’ indubbio che essa costituisca l’appuntamento religioso mariano più importante ed atteso della Regione, come comprova ogni anno la presenza di decine di migliaia di pellegrini, oltre che di tutte le Autorità Religiose, Civili e Militari della Regione, ma anche una delle manifestazioni di devozione popolare più interessanti dell’intera area meridionale del nostro Paese, senz’altro una di quelle che ha meglio conservato il suo carattere di spontaneità e genuinità, senza indulgere a “tentazioni” di tipo turistico.

PROGRAMMA

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!