Top News

  • on 22 ottobre 2018

PEREGRINATIO MARIAE, GLI INTERVENTI DELL’ARCIVESCOVO

Il sottile fumo dell’incenso che usciva dal turibolo posto ai piedi dell’altare della Chiesa di Santa Cecilia, a creare un velo tra la luce e l’ostensorio con il Corpo di Cristo esposto. Così la Comunità potentina ha atteso la sera prima, nella preghiera, l’arrivo della statua della Madonna Nera di Viggiano. Domenica 21 poi, il popolo in festa, ha accompagnato in processione la sacra Effigie, nelle strade del centro storico, dopo che era stata portata nei luoghi simbolo delle periferie esistenziali, la Casa circondariale e l’Ospedale, laddove gli ultimi vivono un momento particolare della propria esistenza, laddove la debolezza diventa un valore, laddove l’uomo diventa più autenticamente uomo. Al termine degli interventi del parroco della Cattedrale Don Antonio Savone, dell’arcivescovo di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo mons. Salvatore Ligorio che ha benedetto i presenti, la parola poi è passata al parroco di Viggiano, don Paolo D’Ambrosio e al sindaco di Potenza Dario De Luca che ha dedicato una preghiera alla Vergine del Sacro Monte. I fedeli poi si sono incamminati verso la cattedrale per la Santa Messa. La celebrazione eucaristica è stata presieduta da mons. Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo di Matera – Irsina.

Molti i momenti comunitari e diocesani vissuti durante la Peregrinatio che sono culminati il 30 ottobre con l’atto di affidamento al Cuore Immacolato di Maria e la Santa Messa presieduta dai vescovi lucani.

DI SEGUITO I LINK DEGLI INTERVENTI CHE L’ARCIVESCOVO HA TENUTO DURANTE ALCUNI MOMENTI DELLA PEREGRINATIO

Il saluto all’arrivo della Vergine il 21 ottobre
Discorso in Piazza
Omelia della messa conclusiva
Atto di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria

Leave your comment

Please enter your name.
Please enter comment.